La coltivazione dell’olivo e la produzione di olio sono due attività cardine dell’agroalimentare italiano. La Calabria è una regione tra le più importanti per la produzione di olio extravergine di oliva. La presenza di importanti specie autoctone e la notevole diversificazione varietale forniscono un’ampia varietà di oli extravergini, con una vasta gamma di prodotti.

La Calabria possiede senza ombra di dubbio uno dei patrimoni varietali autoctoni olivicoli tra i più ricchi: sono circa 500 le cultivar presenti nella regione. Le antichissime tradizioni colturali dell’olivo in questa regione, la sua ampia area di diffusione ed il probabile incrocio, in epoca più o meno remota, tra i diversi genotipi hanno favorito la nascita di numerose varietà. Tra le varie cultivar presenti e coltivate nell’area del Pollino, la Roggianella è la cultivar maggiormente diffusa, seguita dalla Carolea che è anche la cultivar più coltivata in tutta la regione.

Siamo a Frascineto, un paese Arbëreshë, conosciuto anche come il paese del vino, nel cuore del Parco Nazionale del Pollino, il territorio è montano, qui si ergono infatti, le vette più alte dell’intera Calabria, anche se il mare rimane sempre visibile anche dalle più alte cime della catena del Pollino, da cui la zona e il Parco Nazionale prendono nome. L’intera area si caratterizza per una grande biodiversità di specie arboree autoctone, quali lecci, querce, abeti, aceri, faggi e pini; Il Pino Loricato rappresenta il simbolo del Parco Nazionale del Pollino, un albero secolare, di cui sono stati individuati alcuni esemplari millenari. È una specie rarissima, presente, in Europa soltanto in tale area e nei Balcani, particolarmente resistente a terreni impervi e a pendii rocciosi ripidi e scoscesi.  Il Pollino offre una varietà notevole di piante, che alle prime fioriture di primavera, rendono incantevole il paesaggio.

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca